Nei negozi si ha un gran da fare quando essi devono chiudere, traslocare oppure anche sgomberare. Gli ambienti sono grandi e pieni di merce e lo Sgombero  è complesso. Complesso perché, in base alla finalità di svuotare l’ambiente, cioè di effettuare lo Sgombero  ci sono diverse attenzioni da avere. Infatti non è certo possibile prendere tutto e gettarli in un furgoncino .Se parliamo di un trasferimento dell’attività, si deve avere un’attenzione particolare per i manichini, per gli arredi e per tutto quello che si deve trasferire .Ciò vuol dire anche che si devono usare determinate strutture, gli scatoloni possono non essere abbastanza resistenti o utili per isolare e attutire gli urti. Allora vediamo come “funziona” e organizzarsi per uno Sgombero  che si possono fare, in alcuni casi da soli o anche effettuare degli interventi che effettivamente riescono a garantire del risparmio. Alcuni negozi iniziano il proprio sgombero dai depositi, passo sbagliatissimo perché da qui si inizia a riempire poi l’ambiente di esposizione. Ciò vuol dire creare un caos difficile da gestire e anche da pulire in seguito. Lo Sgombero  avviene prima di tutto dall’ambiente espositivo, vale a dire dove si accolgono i clienti, poiché si ha uno spazio per agire e quindi per riuscire a valutare quello che è ancora in buono stato e anche che si può rivendere.

La Ditta  si è dimostrata ampiamente all’altezza  Sgombero negozio

Iniziamo con il selezionare i materiali e le differenze di arredo. In caso si parla di trasloco, i manichini, che sono quelli più delicati, anche se sono costati migliaia di euro, devono essere circondati da uno strato di mille bolle o da altri elementi isolanti che riescono ad attutire urti e a evitare i graffi. Un manichino che poi è usurato, graffiato o anche ammaccato, non attrae la clientela che si concentra sui difetti e non su quello che si vende. Una ditta specializzata in uno Sgombero può mettere a disposizione delle gabbie contenitive o anche altre strutture rigide che sono utili al cliente. Si parla di un “affitto” momentaneo che dura giusto il tempo del trasloco .Una volta che si è riusciti a liberare totalmente l’ambiente espositivo si passa a svuotare i depositi o i magazzini. In caso essi sono molto grandi, si deve dividere immediatamente il prodotto che si vende, cercando di inscatolarlo o impacchettarlo per non farlo sporcare, dal resto degli arredi che ci sono. Siccome parliamo di un ambiente che è particolarmente sporco e logoro, proprio perché diventa difficile fare delle pulizie approfondite poiché si è ostacolati dalla presenza della merce, allora è bene sapere come procedere. Indossare dei guanti protettivi, delle mascherine e anche occhiali protettive

Quante cose inutili abbiamo conservato Sgombero negozio

Le polveri presenti sono comunque recuperate dai viaggi e dai trasporti, quindi è bene cercare di avere una protezione totale perché sono particolarmente urticanti per le vie respiratorie, per la gola, polmoni e anche per le narici. Si stima che una giornata di pulizia in un deposito di appena 30 metri quadri, porta a respirare un’aria inquinata come se avessimo fumato circa 40 sigarette. Quindi si sta male anche per molti giorni a seguire. Si deve iniziare a spazzare via la polvere e poi si deve pulire con delle aspirapolveri .Per quanto riguarda gli arredi, essi devono venire smontati dopo la pulizia. Perché fare questo lavoro? In questo modo si andranno a impacchettare degli arredi che non sporcheranno immediatamente il nuovo deposito dove devono venire collocati. Ovviamente non parliamo di una pulizia profonda, ma comunque di una buona spolverata.

Link Utili:

Una definizione dell’argomento SGOMBERI MILANO data dalla famosa enciclopedia on line. (Wikipedia)

Print Friendly, PDF & Email